Campane e cannoni. Agostino da Piacenza e Giovanni da Zagabria: un fonditore padano ed uno schiavone nella Siena del Quattrocento (con qualche nota su Dionisio da Viterbo e gli orologi

Autore: 
Fonte: 
in L’industria artistica del bronzo delRinascimento a Venezia e nell’Italia settentrionale
Anno: 
2008