Loreto (AN), Basilica Santuario della Santa Casa

Nome Chiesa: 
Basilica Santuario della Santa Casa
Località
Loreto (Ancona)
Tonalità del concerto: 
DO3
Anno di fusione: 
1515
N° campane: 
9
Giudizio di qualità: 
Descrizione: 

La Santa Casa di Loreto è uno dei principali santuari della Cristianità. La tradizione tramanda che sarebbe arrivata qui dalla Palestina, dopo una breve sosta in terra istriana, la casa di Nazareth dove Gesù visse dopo il ritorno dall'Egitto. Nel 1469 il papa Paolo II avviò la costruzione dell'odierna Basilica. L'impresa vide all'opera il gotha degli architetti del tempo: Baccio Pontelli, Bramante, Andrea Sansovino, Giuliano e Antonio da Sangallo.

A coronare lo stupendo complesso della Basilica e della Piazza della Madonna provvide nel 1750-54 l'architetto Luigi Vanvitelli con l'erezione del singolare ed elegantissimo campanile, ispirato a quello borrominiano di Sant'Andrea delle Fratte a Roma. Costruito in mattoni, con rivestimento in pietra d'Istria, è a quattro ordini dei quali i primi due a pianta quadrata, incorporati nel Palazzo Apostolico, il terzo a pianta ottagonale, il quarto a pianta circolare; al di sopra, una balaustrata e lo svettante pinnacolo barocco.

Il campanile ospita un imponente concerto di nove campane (sei antiche, le restanti aggiunte nel 1960), tutte azionate elettricamente: per la rilevanza storica, culturale e religiosa rivestita dal Santuario è considerato il più importante delle Marche e uno dei maggiori d'Italia.

 

 


"Loreta", il Campanone della Santa Casa, fuso nel 1515 da Bernardino da Rimini

Di questo prestigioso e sconosciuto concerto si è occupata, con la consueta dedizione e perizia, l'Associazione Campanari Marchigiani "Francesco Pasqualini" nel 2010. Il frutto delle ricerche condotte è il prezioso Studio che qui alleghiamo grazie alla disponibilità dell'Associazione e del suo Presidente Armando Belluti. Un lavoro magistrale, di grande precisione e competenza.

Nb: il peso della campana maggiore Loreta riportato nel documento allegato, è quello tramandato dalla tradizione pari a kg 7330. Tuttavia, attente valutazioni campanologiche attestano un peso massimo di non oltre kg 5000.

Buona lettura!

Allegato: 
AllegatoDimensione
PDF icon il campanaro Anno II N.1.pdf1.68 MB