San Benedetto del Tronto (AP), Torre dei Gualtieri

Nome Chiesa: 
Torre dei Gualtieri
Località
Marche ()
Tonalità del concerto: 
DO3
Anno di fusione: 
1853
Fonditore: 
N° campane: 
2
Descrizione: 

Nel luogo più alto della città, sul Colle, "cuore" del vecchio centro paesano, sorge il "Castello", il cui impatto visivo ed ambientale è tale che non può passare inosservato; è il punto di riferimento della città.
Nel piazzale Giuseppe Sacconi di San Benedetto del Tronto spicca alta la Torre" dei Gualtieri" antica postazione di comando del XII - XIII sec.
Nell'anno 1145, il Vescovo di Fermo Liberto, sotto la cui giurisdizione era il territorio di San Benedetto in Albula, concedeva ai Gualtieri terra sufficiente per costruire un Castello con annessi orti e autorizzava la costruzione e forse la rinnovazione e il rafforzamento del torrione difensivo del Castro, affidandone la cura e la proprietà ai nobili Berardo ed Azzo figli di Gualtiero, già signori di terre d'oltre Tronto e della rocca di Acquaviva. Si tratta di un castello con relativi ruderi che è posto a sud, immediatamente ad ovest di Monte Renzo, sovrastante la Valle del Tronto e del Ragnola. Si potrebbero vedere, a sud, anche il Colle Sereno con la sua appendice sormontata dalla Croce, la collina del Telegrafo e quindi, dopo il fosso delle Fornaci, il colle su cui sorgeva l'antico castello di Monte Aquilino, proprio sopra la Villa Brancadoro. Certamente il torrione d'avvistamento poteva sorvegliare un ampio spazio costiero che andava da oltre il Tronto sino ai confini di Cupra, tenuto conto che il mare era arretrato di oltre 500 metri e nel suo cono di osservazione non vi erano altre costruzioni che ne precludevano la visuale.
Il "Torrione", che attraverso il suo orologio scandisce le ore della giornata, è il simbolo della città ed elemento visibile e punto di riferimento.

http://www.europeana.eu/portal/record/07602/A37CCE824096F96EC1EBE0DE5B59A0E87C2F1BC4.html

 

Sulla torre sono poste due campane:

 
CAMPANA NOTA NOMIN. DIAM. BOCCA MM. PESO KG FONDITORE E DATA
CAMPANONE DO3   1900 ca Baldini di Rimini,1853
PICCOLA LA3     Pasqualini di Montedinove,1866

http://www.youtube.com/watch?v=jtkDsMlQGH0

http://www.youtube.com/watch?v=m7UZ1mJXgqE

 

Sulla campana grande è leggibile l'iscrizione:

QUESTO BRONZO

SI FONDEVA PER LA SECONDA VOLTA

NEL LUGLIO DEL MDCCCLIII

A SPESE DEL MUNICIPIO DI SANBENEDETTO

SUSSIDIATO DALLA MARINAR(I)A

E DA ALCUNI CITTADINI AMATORI DELLA PATRIA

 

 

Dalla parte opposta è visibile lo stemma Baldini con iscrizioni:

FRATR. BALDINI

ARIMINENS.

DEGEN. SENTINI

FUNDEBANT

 

sulla campana piccola sono leggibili le seguenti iscrizioni:

+ A PESTE, FAME ET BELLO LIBERA NOS DOMINE

+ RAPHAEL ET PASCHALIS FRATRES PASQUALINI MONTISDENOVEM FUNDERUNT A.D. MDCCCLXVI

 

 

 

 

L'orologio che si trova immediatamente sotto la cella campanaria è stato realizzato nel 1906, ad opera di Cesare Fontana.

 

 

La pagina è stata realizzata grazie al contributo dell'Ing. Luca Paolini che ringrazia  il dottor Giuseppe Merlini per la disponibilità dimostratagli, nonchè il custode della torre.